Frasassi SkyRace

  • distanza: 21km
  • dislivello: 1350D+
  • partenza e arrivo: San Vittore di Genga (196 s.l.m.)
  • ristori: 3 (km 9,5 –  15 – 21) + 1 solo idrico (km 5,5)
  • punto più alto: Monte Valmontagnana 930 s.l.m.
  • record maschile:  FORCONI GIACOMO 1h48’37” (2022)
  • record femminile: TEMPESTA RAFFAELLA 2h20’29” (2021)
07/09sabato
10 - 13:45
DISTRIBUZIONE PETTORALI
14:10
BRIEFING PRE GARA
14:30
PARTENZA FRASASSI SKYRACE
16:20
ORARIO ARRIVO PRIMI ATLETI
18:45
ORARIO ULTIMI ARRIVI – FINE GARA
18:00
PREMIAZIONI
Roadmap_FrasassiSkyrace_24-01
Mappa_FrasassiSkyrace_24-01

Una gara da non sottovalutare per veri corridori del “cielo”. Salite impegnative, tratti veloci, passaggi affascinanti sulla meravigliosa grotta di Frasassi, passaggi esposti e tecnici su cui prestare la massima attenzione e discese dove non è consentito distrarsi.
Storia, territorio e Natura sono l’anima di questa gara. La Frasassi Skyrace presenta un primo tratto di facile percorrenza su asfalto con l’affascinante passaggio sul ponte romano e l’abbazia di San Vittore poi si passa su una carrareccia che costeggia il fiume Sentino.
Dal terzo km si inizia a fare sul serio su single trek con una salita molto impegnativa di 2,5km con 600d+ che presenta due tratti ripidi su terreno di sottobosco che in caso di pioggia può essere molto scivoloso ma regala bellissimi passaggi sulla stretta gola di Vallestretta.
Tra il km 6 e 9 si alterna un tratto in discesa e la successiva risalita fino al punto più alto della gara su terreno scoperto dove l’insidia maggiore può essere il vento. In questo tratto si godono bellissimi scorci a ovest e raggiunta la cima si scopre una vista a 360° che vi lascerà a bocca aperta.
Si scende lungo il bellissimo pascolo sottostante e si prosegue con un tratto in falsopiano e la lunga discesa fino alla località Pianello, dove l’acqua ha scavato il sentiero rendendolo in alcuni tratti un mini canyon dove saltare da un lato all’altro.
Si riprende un km circa di asfalto per iniziare la breve salita sullo spettacolare lastricato che conduce alla grotta di Frasassi dove si passerà attorno al tempio del Valadier e dopo 150mt che si percorrono a doppio senso si inizia la spettacolare risalita del monte Frasassi fino ai passaggi tecnici ed esposti dove porre la massima attenzione del tratto denominato “dei gradoni”.
La prima parte della discesa è impegnativa ma si può ammirare il caratteristico Foro degli Occhialoni e poi dopo il tratto roccioso ci si lancia per ultimi due km di gara su single trek molto veloce che ci riporta a San Vittore.